Itinerari

ITINERARI MARCHIGIANI


Da Ostra si può raggiungere facilmente ogni punto della regione Marche e scoprire luoghi e percorsi di rara bellezza, fra borghi storici, parchi, spiagge ma anche arte e cultura...c'è solo l'imbarazzo della scelta! Alcuni suggerimenti....


LEOPARDI E RECANATI

Sulla vetta di un colle sorge la città di Recanati che ha dato i natali al poeta Giacomo Leopardi e che ha fatto parte di una consistente parte della sua produzione poetica.Sono visitabili i luoghi leopardiani, il Palazzo e l'annessa biblioteca che conta più di 12.000 volumi. Ma anche il Colle de "L'infinito" che da tanta parte il guardo esclude, i resti dell'antica torre di Sant'Agostino che ha ispirato "Il passero solitario" e la piazzuola de "Il sabato del villaggio".
________________________________________________________


MACERATA

Macerata con la sua arena Sferisterio, nei mesi estivi offre un meraviglioso scenario per una prestigiosa stagione lirica sotto il cielo stellato.

________________________________________________________


URBINO

Urbino dichiarata dall'UNESCO patrimonio dell'umanità, è una delle capitali del Rinascimento italiano. Ogni angolo di questa città ha qualcosa da raccontare del suo passato, in particolare della raffinata cultura che in questo contesto si è formata.
Sicuramente il monumento che più rappresenta Urbino e che già di lontano ne connota la fisionomia, è il Palazzo Ducale con l'annessa Galleria Nazionale delle Marche.

________________________________________________________


ASCOLI PICENO

Altra città di incantevole bellezza è Ascoli Piceno, nessuno come Jean Paul Sartre poteva meglio sintetizzarne l'essenza con questa felice definizione: "Una passeggiata per le strade della città vecchia ascolana è come lo sfogliare a caso un volume di storia dell'arte e avere la fortuna di incontrare le illustrazioni più rappresentative e espressive dei vari periodi dell'arte italiana".

________________________________________________________


I SIBILLINI

Impossibile non citare tra le meraviglie delle Marche una catena montuosa come quella dei Sibillini, i "monti azzurri" cantati dal Leopardi che oltre ad offrire un paesaggio naturale di assoluta magnificenza, fanno da sfondo a centri urbani che sono perle di arte e cultura.

________________________________________________________

PARCO DEL CONERO

Un'oasi ambientalista che si estende per 5800 ettari di area protetta, con luoghi di grande suggestione: la baia di Portonovo, la spiaggia delle "due sorelle", il belvedere nord, Pian Grande, pian dei Raggetti...18 percorsi escursionistici che si snodano tra corbezzoli, ginestre, lecci, pini, nella magia della macchia mediterranea. Numerose specie di uccelli presenti, alcuni dei quali rari, assieme ad una ricca presenza faunistica. Le tantissime piante che costituiscono la macchia mediterranea sono qui protette e rappresentano un terzo dell'intero patrimonio floristico delle Marche. Numerose le testimonianze d'arte: Santa Maria di Portonovo, San Pietro al Conero, l'Antiquarium sulla civiltà picena a Numana, insieme a specifici itinerari geologici di singolare interesse.

________________________________________________________

GROTTE DI FRASASSI

Le Grotte di Frasassi si trovano nel comune di Genga (An) nel Parco Naturale Regionale della Gola Rossa e di Frasassi, e generalmente sono chiuse al pubblico nel mese di gennaio. Rappresentano il più importante complesso ipogeo d'Europa. La storia delle grotte è sia antica sia recente: furono scoperte da speleologi anconetani nel 1971. E' un suggestivo regno calcareo scolpito nella roccia, caratterizzato da splendidi scenari di stalattiti, stalagmiti, lance di alabastro e laghi cristallizzati a cui sono stati attribuiti nomi fiabeschi, proprio per condurre il visitatore in un fantastico mondo ai confini dell'irreale.

La Grotta Grande del Vento è capace di contenere il Duomo di Milano. L'itinerario guidato dura circa un'ora, per ammirare con stupore piccoli laghi, stalattiti intarsiate, stalagmiti gigantesche, fino a giungere al maestoso "Abisso Ancona", alto 240 mt., alla "Sala delle Candeline", alla "Sala del Duecento", alla "Sala dell'Orsa" ed a quella "dell'Infinito", che sono state valorizzate da un uso scenografico dell'illuminazione.

Le gigantesche concrezioni, sapientemente illuminate dallo scenografo Cesarini da Senigallia, le stalattiti che gravano sul capo come tante spade di Damocle e le stalagmiti bianche e alte come obelischi, conferiscono al luogo un'atmosfera irreale, magica, da favola. La temperatura interna è costante a 14° C.



Passion Hair

     Settembre 2017  Ottobre 2017  Novembre 2017
LMMGVSD
       1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31      
Per vedere tutti gli eventi
clicca qui >>

Iscriviti per essere aggiornato su eventi, idee, promozioni...


Così possiamo chiamarti per nome!



Controlla la tua email per confermare l'iscrizione.



Ci fa piacere sapere dove vivi, così conosciamo nuovi luoghi!