Ostra - area archeologica Le Muracce (strada romana)

OSTRA ROMANA

"...Ora facciamo tappa ad Ostra, di cui potete leggere nella Naturalis Historia di Plinio il Vecchio.

Pur essendo un piccolo centro, disponeva di un bel teatro dove sovente venivano allestiti piacevoli spettacoli. Quando potevo, approfittavo delle terme pubbliche che erano a due passi dalla piazza del foro e dal teatro stesso. Dopo essermi rinfrancato e riposato, mi rimettevo in viaggio lungo la via Salaria Gallica in direzione di Aesis,dove avevo sempre da sbrigare alcuni dei miei numerosi affari..."

Gli scavi archeologici della città romana di Ostra si trovano in località Le Muracce di Pongelli, sulla riva sinistra del Misa, nel territorio di Ostra Vetere. Sorse probabilmente dopo il 232 a.C., in seguito all’arrivo dei coloni romani che con la lex Flaminia de agro Gallico et Piceno viritim dividundo furono inviati a popolare l’ager Gallicus recentemente conquistato. Venne elevata al rango di municipio verso la metà del I sec. a.C. La città si trovava all’incrocio del percorso intervallivo dell’antica Salaria Gallica con la strada che univa Sentinum a Sena Gallica.Gli scavi, tuttora in corso, hanno individuato nella parte centrale dell’insediamento alcuni degli edifici pubblici, edificati tra il I sec. a.C. e il I sec. d.C.

Il foro si componeva di una grande piazza lastricata in calcare e circondata da strade. Intorno alla piazza sono stati rinvenuti alcuni edifici pubblici, tra cui il teatro (del quale sono stati scavati i resti della scena, l’area dell’orchestra e tre ordini di gradinate) e un edificio di culto, di cui è visibile l’alto podio, sul quale si saliva attraverso due scalinate disposte ai lati di un altare. Questo tempio, diviso in due vani e con un altro edificio addossato al suo fianco, forse in età tardo-antica venne riutilizzato come luogo di culto cristiano, dato che nei suoi pressi vennero ricavate varie sepolture.

Dietro al teatro sono state rinvenute le terme, con la piazza centrale per le attività ginniche, vani pavimentati a mosaico utilizzati come bagni e spogliatoi ed una torre circolare. In età tardo-antica Ostra fu probabilmente diocesi, come sembra suggerire la presenza del vescovo Martinianus al Concilio del 502. Nell’area del foro venne rinvenuta nell’Ottocento una statua virile in nudità eroica, raffigurante forse l’imperatore Traiano o un eminente personaggio locale (II sec. d.C.), che ora si trova al Museé d’art et d’histoire di Ginevra.



My Dance

     Novembre 2017  Dicembre 2017  Gennaio 2018
LMMGVSD
     1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
Per vedere tutti gli eventi
clicca qui >>

Iscriviti per essere aggiornato su eventi, idee, promozioni...


Così possiamo chiamarti per nome!



Controlla la tua email per confermare l'iscrizione.



Ci fa piacere sapere dove vivi, così conosciamo nuovi luoghi!